Massolino – Barolo Vigna Rionda Riserva – 2016

La grande fortuna di chi produce Barolo è lavorare grandi vigne. Massolino possiede circa 3 ettari nel cru di Vigna Rionda a Serralunga ritenuta la vigna per eccellenza di vini tannici e longevi per merito dei suoli compatti in cui lo sforzo della pianta è maggiore esaltando le caratteristiche del nebbiolo. Produzione sempre limitata in base all’annata, vigne di 40 anni in direzione sud-ovest su terreni calcarei dove vi è una selezione accurata dei grappoli i quali vengono vinificati a contatto con le bucce per 25-30 giorni in vasche d’acciaio, dopo la malolattica il vino affina 42 mesi in botti grandi di Slavonia seguiti da da 30 mesi di bottiglia. Complice l’annata, la 2016 si è rivelata magnifica sotto il profilo dell’equilibrio idrico e termico dando maturazioni fenoliche fuori dalla norma e potenzialità di invecchiamento innaturali. Un vino molto complesso, da bere non subito, da aspettare diversi anni per iniziare ad assaporare le sue diverse sfumature che si mostreranno nel tempo. Sentori di frutto rosso misto a spezia che si evolvono nei minuti in note di cuoio e liquirizia, al palato si presenta potente e profondo, tannini austeri e struttura imponente con un finale di buona freschezza e audace persistenza. Un vero fuoriclasse nel suo genere!

  • Produttore: Massolino
  • Nome: Barolo Vigna Rionda Riserva
  • Vitigno: 100% Nebbiolo
  • Anno: 2016
  • Gradazione: 14,5%
  • Formato: 750ml
  • Produzione: 7000 bottiglie

Note Produttive: fermentazione e macerazione di 25-30 giorni ad una temperatura variabile tra i 31 e i 33° C. Invecchiato per 6 anni complessivi, di cui 3,5 in botti da 30 hl circa in rovere di Slavonia e 2,5 in bottiglia.

Il vino contiene naturalmente solfiti

297,00

6 disponibili

Descrizione

La storia della cantina Massolino è legata fortemente al comune di Serralunga d’Alba. Dal 1896 grazie a Giovanni, uomo tenace e intraprendente si produce vino, investendo sui vitigni autoctoni come il Nebbiolo e nell’acquisto di vigneti con esposizioni perfette a sud. Un’altra figura importante che dona prestigio alla famiglia Massolino è il nonno Giuseppe, che nel 1934 contribuì alla fondazione del Consorzio (tuttora esistente) del Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Dogliani. Grazie a lui furono acquistate le migliori vigne di Serralunga, come la potente Vigna Rionda, Parafada e Margheria. Oggi la cantina gestisce 36 ettari di vigna, dislocati principalmente a Serralunga e Castiglione Falletto e nella zona del Barbaresco. Una filosofia tradizionale segue la storia della cantina, dove i tempi e il rispetto per la terra sono ancora i punti cardine dell’azienda. Vini classici, diretti, pura espressione di territorio, ma soprattutto vini di grande struttura da tenere nel tempo.

Ti potrebbe interessare…