Featured

L&C Poitout – Chablis Premier Cru Les Fourneaux – 2020

Lo Chablis è risultato essere uno dei vini francesi più sottovalutati nello scorso secolo ma che ora ha saputo conquistare anche i più ignari, dove lo Chardonnay esprime grande mineralità e spiccata acidità che ne propiziano anche l’invecchiamento. Vicino a Fleys, in uno dei loro due Premier Cru immerso in una delle parti più belle della denominazione, si trova il vigneto Les Fourneaux con viti di 20 anni su ripidi pendii difficili da lavorare caratterizzati da terreni in prevalenza sassosi, ideali per vini con buona struttura. La fermentazione delle uve avviene in vasche d’acciaio dopo una leggere pressatura, sempre negli stessi si svolge la malolattica e l’affinamento per una durata di vari mesi. Si presenta assolutamente diverso dai cugini Chardonnay della Cote de Beaune, sentori fruttati e floreali, risulta molto minerale in bocca (tipica caratteristica dello Chablis) con un finale potente ed elegante.

  • Produttore: L&C Poitout
  • Nome: Chablis Premier Cru Les Fourneaux
  • Vitigno: 100% Chardonnay
  • Anno: 2020
  • Gradazione: 13%
  • Formato: 750ml

Note Produttive: fermentazione in acciaio seguita da malolattica e affinamento nei medesimi contenitori per vari mesi.

Il vino contiene naturalmente solfiti

40,00

3 disponibili

Descrizione

Nella zona più settentrionale della Borgogna, lo Chablis, uno degli habitat dello Chardonnay, nasce e inizia la storia di Louis e Catherine, marito e moglie con una sola passione nel destino: fare buon vino nella loro terra. Per vari motivi sono costretti a viaggiare in giro per la Francia (Parigi, Alsazia) dove acquisiscono notevole esperienza ritornando così a casa e dando avvio alla loro attività nel 2003. Il loro Domaine si estende in 18 ettari vitati sparsi in diversi village della zona (di cui due Premier Cru) come Maligny, Lignorelles, Fleys oltre alla stesso comune di Chablis in cui coltivano solo Chardonnay producendo le loro sei etichette valorizzando al massimo questo vitigno. Durante questi anni hanno imparato a “dialogare” con la loro terra praticando una viticoltura ponderata in cui l’ambiente gioca un ruolo chiave, proseguito nella cantina attraverso vinificazioni naturali e un Know-how fatto di incessanti controlli per agevolare l’alta qualità.

Ti potrebbe interessare…