Emidio Pepe – Trebbiano d’Abruzzo – 2019

Tra i vini bianchi italiani più ricercati, il Trebbiano di Emidio Pepe è entrato nel cuore degli appassionati per via della sua superba qualità. Prodotto da uve selezionate 100% Trebbiano d’Abruzzo proveniente da vigneti di 50 anni che su suoli argillosi-calcarei e un microclima idoneo favorisce un’eccellente maturazione e una notevole propensione all’invecchiamento. Le uve dopo la pigiatura fermentano spontaneamente con lieviti indigeni in vasche di cemento vetrificato per alcuni mesi dopodiché riposa in bottiglia in base all’annata il tempo ritenuto necessario. Un vino dalla lenta e prodigiosa evoluzione negli anni, sprigiona sentori floreali e di frutta secca che trasformano in note di lievito, elegante e minerale nella beva presenta una interessante struttura che non preclude un finale di piacevole freschezza.

  • Produttore: Emidio Pepe
  • Nome: Trebbiano d’Abruzzo
  • Vitigno: 100% Trebbiano
  • Anno: 2019
  • Gradazione: 13%
  • Formato: 750ml
  • Produzione: 45000 bottiglie

Note Produttive: pressatura con i piedi in tini di legno. Fermentazione spontanea con lieviti indigeni in vasche di cemento vetrificato, affinamento negli stessi contenitori.

Il vino contiene naturalmente solfiti

56,00

2 disponibili

Descrizione

Nel segno dei grandi personaggi della viticoltura italiana, Emidio Pepe occupa un posto di spiccata fama non solo per via dei suoi iconici vini ma anche per la dedizione verso la sua terra: l’Abruzzo. L’azienda familiare sorge a Torano Nuovo in provincia di Teramo, la storia inizia nell’anno di fondazione 1964 quando Emidio, giovane e instancabile lavoratore, decise di credere nelle potenzialità qualitative e di invecchiamento delle uve autoctone locali Trebbiano e Montepulciano d’Abruzzo. Molto attaccato alle tradizioni si dedica alla cura del terroir con metodi biodinamici fin da subito, su 17 ettari vitati localizzati intorno alla tenuta le viti vengono allevate con metodo a pergola e con la tecnica dell’innesto a campo in cui le barbatelle vengono piantate facendo prima sviluppare l’apparato radicale, poi eseguendo una selezione massale delle viti migliori e infine innestando quest’ultime sul luogo. Ma è in cantina che si fa un salto nel tempo, uve selezionate e raccolte a mano con pigiatura in vasche di legno con i piedi per ottenere un mosto ricco, per i vini bianchi fermentazioni spontanee in vasche di cemento vetrificato per preservare l’identità dell’annata mentre nei rossi fermentazioni spontanee in vasche di legno con successivo affinamento in botti. Il vero segreto sono i lunghissimi riposi in bottiglia dove il vino prima dell’imbottigliamento non subisce filtrazioni così da conservare l’essenza stessa dell’uva, vengono rilasciate sul mercato solo quando ritenute pronte. Amore e genialità guidano da sempre la famiglia Pepe rendendoli ormai delle vere star.

Ti potrebbe interessare…