Ballot Millot – Bourgogne Chardonnay – 2016

L’uva bianca più celebre al mondo per la sua classe e innata delicatezza, è la principale della produzione in cui grazie a privilegiate zone si ottengono vini unici e inconfondibili. Le uve provengono da parcelle di Meursault e Chassagne Montrachet, con viti di 45 anni che crescono in un terroir argilloso/calcareo in cui le loro rese vengono controllate dai primi frutti. Vendemmiate manualmente, le uve vengono fermentate a grappolo intero con lieviti indigeni in barriques che proseguono la malolattica e l’affinamento nelle stesse per 12 mesi. Si ricava un vino splendido nei profumi, dal frutto a note di lievito dove in bocca si presenta leggero ma immediato con grandi potenzialità di invecchiamento.

  • Produttore: Ballot Millot
  • Nome: Bourgogne Chardonnay
  • Vitigno: 100% Chardonnay
  • Anno: 2016
  • Gradazione: 12,5%
  • Formato: 750ml

Note Produttive: fermentazioni con lieviti indigeni in barrique seguite da malolattica e affinamento nelle stesse per 12 mesi.

Il vino contiene naturalmente solfiti

35,00

2 disponibili

Descrizione

Grandi storie racchiuse in piccole cantine, a volte si stenta a credere però in Francia è una normale realtà di cui fa parte il Domaine Ballot Millot. Le fonti ne parlano dal 1630, sempre a conduzione familiare, sono arrivati alla 16 generazione quando Philippe Ballot passò la conduzione dell’attività al figlio Charles nei primi 2000 dopo esperienze estere presso cantine in Nuova Zelanda e California. Cresciuto e vissuto letteralmente a contatto col vino, ha imparato gradualmente il mestiere del vignaiolo apportando importanti innovazioni nelle idee e nello stile cambiando volto alla tenuta. Situata in Borgogna nella Cote de Beaune nel villaggio di Meursault, ha il privilegio di estendersi su 10 ettari tra i più rinomati Cru della regione dove ben 8 coltivati a Chardonnay presso Meursault e Chassagne Montrachet e 2 a Pinot Noir divisi fra Pommard, Volnay e Beaune. Una produzione di 60000 bottiglie annuali, nate da un premuroso rispetto ambientale, senza l’uso di elementi chimici ma solo naturali di stampo biologico in cui le viti rappresentano i gioielli per ottenere uve dalla rigorosa qualità. Un mix di tradizione e modernità, dalle vendemmie manuali alle vinificazioni delicate non invasive attraverso tecniche moderne dove l’uso delle botti usate è predominante. Sfide annuali per ottenere tra i vini più pregiati al mondo frutti di grande ispirazione artistica, in cui non vi è spazio per la monotonia.

Ti potrebbe interessare…