Burzi Alberto – Barolo Capalot Vecchie Viti – 2017

Un vino eclatante, prodotto solo nelle annate migliori, da un vigneto tra i più rilevanti dell’intera area di La Morra grazie alla qualità prorompente delle sue uve. Esse provengono da un unico vigneto di proprietà situato in località Cappallotti, in cui si trovano le viti più vecchie con quasi 80 anni con radici che affondano su terreni sabbiosi in direzione sud. Affittato fino a qualche tempo fa a Roberto Voerzio da cui ricavava le sue famose Riserve riconoscendone l’enorme potenziale, viene ora vinificato in purezza da Alberto come vera chicca della selezione. Raccolta manuale con non più di 7-8 gemme per ceppo, le quali fermentano a cappello sommerso in acciaio dai 30 ai 50 giorni con vari rimontaggi in modo da estrarre le sostanze nobili dalle bucce. Malolattica e affinamento vengono fatti in botti grandi di rovere austriaco da 30 Hl per 24 mesi seguiti da altri 24 mesi di affinamento in bottiglia, classico da disciplinare. Il risultato è un vino enorme negli aspetti organolettici tipici della zona, ricco di eleganza dove si riscontra una profondità tannica piacevole ma non invasiva. Prima Roberto, poi Alberto…una rima di emozioni.

  • Produttore: Burzi Alberto
  • Nome: Barolo Capalot Vecchie Viti
  • Vitigno: 100% Nebbiolo
  • Anno: 2017
  • Gradazione: 14,5%
  • Formato: 750ml

Note Produttive: fermentazione alcolica in acciaio, malolattica e affinamento in botti grandi per 24 mesi con successivi 24 mesi di bottiglia

Il vino contiene naturalmente solfiti.

59,00

4 disponibili

Descrizione

Giovane e intraprendente, Alberto Burzi appartiene a una nuova generazione di vignaioli che hanno raccolto l’eredità dei loro predecessori. La sua storia inizia nel 2010 dopo il conseguimento della laurea in enologia ad Alba, quando decide di prendere le redini dell’azienda rinnovandola nell’immagine e nelle idee ripercorrendo le radici familiari. Situata nel comune di La Morra, dentro il cuore della prestigiosa area del Barolo, la piccola proprietà possiede 7 ettari divisi in varie parcelle tra cui spicca Capalot, uno Cru più importanti della zona, con vigneti che vanno dai 25 fino a 80 anni d’età. Si fa conoscere da subito per lo stile vivace e innovativo che si basa sul legame trinitario cantina, vigna e natura in cui vige il massimo rispetto ambientale senza l’uso di elementi nocivi. Maniacale nei dettagli con vendemmie e selezione manuali accompagnate da tecniche moderne durante le vinificazioni per raggiungere la massima qualità intrisa nel terroir. Vini con storie da raccontare, dalla poderosa impronta territoriale, sfaccettati per eleganza e innata fragranza. Una vera gioia per gli amanti del vino.

Ti potrebbe interessare…